Sementi prato

Sementi prato

Il prato da semina è considerato da tutti come il manto erboso con la resa estetica migliore. Il suo aspetto, la sua calpestabilità e resistenza dipendono infatti dal tipo di sementi usate. I semi adatti alla creazione di un prato naturale sono tantissimi, ma solo alcuni consentono di creare manti erbosi esteticamente gradevoli, durevoli e calpestabili. Affinché il prato da semina riesca a soddisfare tutti i requisiti estetici e colturali desiderati, si devono scegliere le sementi adatte. Nel campo delle sementi per prato possiamo infatti trovare semi per prati rustici, decorativi o sportivi. I semi per prati rustici sono composti da erbe mediamente alte che, seccando in estate, danno al manto erboso una aspetto rurale e d’altri tempi. Questi prati sono ideali nelle zone di campagna. I semi per prati decorativi sono invece composti da erbe fitte, verdi, uniformi, basse, molto delicate da calpestare, ma molto belle da vedere e ideali per decorare piccoli spazi verdi in giardino o in prossimità di aiuole. I semi per prati sportivi, invece, danno vita ad erbe particolarmente resistenti, calpestabili e adatte a sopportare traumi e il peso di sistematici calpestii durante le competizioni sportive.
sementi prato1

Maciste - Sementi per tappeto erboso - Ideale per zone aride - 1 Kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,35€


Caratteristiche

sementi prato2 I semi o sementi per prato non sono come i semi delle altre piante. Questi ultimi, facilmente identificabili, hanno un aspetto chiaro e univoco. I semi per prato, invece, sono composti da diversi miscugli di erbe che possono avere caratteristiche simili o differenti. I miscugli, infatti, consentono di dare vita a prati verdi in grado di resistere a diverse avversità o condizioni climatiche. Le sementi con un unico seme, invece, possono, sì, dare vita a un prato verde e uniforme, ma tendono di solito a generare manti erbosi poco resistenti e non in grado di sopportare brusche variazioni climatiche. Le sementi per prato composte da un unico seme sono invece ideali per luoghi con temperature costanti e senza sbalzi climatici. I miscugli che compongono le sementi per prato sono in realtà dei semi di erbe graminacee. Queste erbe, in base alle loro caratteristiche, vengono divise in due categorie: macroterme e microterme. Le prime resistono al caldo e alle alte temperature; le seconde, ai climi umidi, freschi e ombrosi. La scelta delle sementi per prato deve dunque essere fatta in base alla zona in cui queste verranno seminate. Se questa è umida, meglio scegliere i semi di erbe microterme, se è arida,conviene optare per i semi di erbe macroterme.


  • pratosementi1 La creazione del prato naturale può avvenire in due modi: con la semina e con la posa di zolle precoltivate. Naturalmente, la resa ornamentale del prato da semina è impareggiabile. Parlando di resa, p...
  • semi1 Un buon prato si può realizzare in tanti modi: con erba finta, con erba vera venduta in rotoli e con i semi. I risultati migliori si realizzano certamente con la semina, l’unica in grado di regalare i...
  • compraresemi1 La buona tenuta e durata del prato dipendono non solo dalle cure che vi vengono dedicate, ma anche dai semi con cui è stato seminato e successivamente realizzato. Naturalmente stiamo parlando di un pr...
  • semionline1 Gli acquisti on line consentono di trovare tutto quello che serve per la gestione dei propri hobby, giardinaggio compreso. Il web, infatti, grazie alla folta presenza di venditori on line consente con...

Semi prato universale sementi prato, 10 kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,19€


Scelta sementi

La scelta delle sementi per prato presuppone non solo la conoscenza delle diverse tipologie di graminacee, ovvero delle erbe macroterme o microterme, ma anche la varietà e la denominazione delle diverse specie di sementi. In questo paragrafo, per consentirvi di scegliere sementi adatte al prato che volete creare, proviamo a fornirvi alcuni utili suggerimenti sui semi per prato da acquistare. Nelle zone calde, per i prati decorativi, si potranno scegliere sementi a base di Dichondra, Trifoglio nano e Dichondra repens, oppure miscugli che danno vita a prati fioriti con margherite. Sempre nelle zone calde e siccitose e per un prato calpestabile, si potranno scegliere miscugli a base di Cynodon Dactylon, che formano un prato molto fitto e soffice e con elevata resistenza al calpestamento. Nelle zone temperate, se si vogliono creare dei prati decorativi, si possono scegliere gli stessi miscugli adatti alle zone calde, ovvero Trifoglio nano o Dichondra o miscugli che danno vita a prati fioriti. Per le zone fresche e piovose si possono invece scegliere miscugli a base di varietà che germinano lentamente e che resistono alle stagioni piovose, oppure miscugli adatti ai prati che sorgono su zone ombreggiate. Per i prati sportivi bisogna invece scegliere sementi che danno vita a prati dall’erba fitta, bassa, compatta e altamente calpestabile.


Cosa sapere

Prima di acquistare le sementi per prato, ma soprattutto per evitare colossali delusioni o prati che non germinano in nessuna stagione, bisogna conoscere la qualità e la provenienza dei semi. Questi ultimi possono infatti essere geneticamente modificati o mischiati a sementi tossiche, oppure possono essere conservati in cattive condizioni e dunque non in grado di dare vita a un prato sano dopo la semina. Di solito, le sementi affidabili sono debitamente certificate da un ente che ne attesta la qualità, la salubrità e la provenienza. L’ente in questione è l’Ensi, ovvero l’Ente nazionale sementi elette. Tutti i dettagli sulla certificazione dei semi per prato vengono chiaramente riportati sulla confezione di acquisto. Questi semi possono costare di più, ma garantiscono sempre la buona riuscita del prato. Cattivi risultati si possono , invece, ottenere da errori nella semina. Questa deve essere effettuata in autunno o in primavera. La scelta della stagione dipende dal clima e dalla temperatura dell’area in cui il manto erboso viene seminato. Nelle zone fresche e piovose, ad esempio, il Trifoglio e la Dichondra vanno obbligatoriamente seminati in primavera.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO