Prato a rotoli

Prato a rotoli

Il prato dona al giardino un senso di completezza e accoglienza. Questo elemento non è solo importante dal punto di vista estetico, ma anche ambientale. Il prato verde infatti dona frescura al suolo,lo fertilizza, lo drena ed evita le erosioni di superficie. Il valore ambientale del prato è dunque altissimo. Molti, per realizzare un bel prato verde salva ambiente, ricorrono alla semina, operazione senza dubbio esaltante, ma dispendiosa, sia in termini di tempo che di denaro. Quando mancano il tempo e le risorse necessarie ad implementare il prato da semina, si può ricorrere al prato a rotoli. Con questo termine ci si riferisce a zolle di prato già coltivate e adulte da impiantare sul proprio terreno. Con il prato a rotoli si esegue una vera e propria operazione di trapianto del prato. Il trapianto avviene posando le singole zolle e non i singoli fili d’erba. Ne consegue che l’operazione si rivela molto più semplice e veloce della semina.

pratorotoli1

Rotolo di 10 metri in ABS per i bordi del prato/margini delle aiuole, molto stabile (altezza 15 cm)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 38,28€


Caratteristiche

pratorotoli2Il prato a rotoli, detto anche “prato pronto”, viene realizzato da ditte che coltivano, per circa 18 mesi, determinati tipi di prato da semina. Una volta maturo, il prato viene sezionato in zolle (con attaccati i fili d’erba) che vengono avvolte in rotoli e messe in vendita per essere trapiantate su altri terreni. I coltivatori di prato a rotoli vendono diverse tipologie di prato: da quello inglese, verde, uniforme e ben rasato, fatto con erbe microterme ( resistenti al fresco e all’umidità) a quello estivo realizzato con erbe macroterme che resistono alle alte temperature e alle estati aride e siccitose. La scelta del tipo di prato a rotoli dipende dunque dal tipo di terreno e di clima che dovrà accoglierlo. La perfetta corrispondenza del prato a rotoli con le caratteristiche del terreno e del clima, facilita e velocizza la radicazione del prato. Una volta acquistato, il prato a rotoli va posato entro 24 o 48 ore. Ulteriori dilazioni potrebbero infatti far seccare l’erba. Le zolle vanno posate in giornate con clima mite o temperato. Da evitare quelle troppo aride o fredde che potrebbero bloccare la radicazione dell’erba.

  • pratozolle1 Il prato è l’elemento più ambito in un giardino, ma non sempre è possibile averlo nel modo in cui lo si è sempre sognato: ovvero con la semina. Il prato seminato infatti richiede non solo la lavorazio...
  • pratosubito1 Nell’epoca del “tutto e subito”, si preferisce avere subito anche un bel prato verde e addirittura naturale. Per fortuna, il nostro mondo ha fatto passi da gigante, tanto da consentire di avere un pr...
  • prezzipratoarotoli1 La mancanza di risorse generata dalla crisi economica ha interessato anche i consumi e le spese quotidiane. Ormai si cercano prodotti di qualità, ma sempre a basso prezzo. Questa, infatti, la dura leg...
  • prato Prato e giardino sono due elementi indissolubili, un connubio classico ed essenziale per l'esterno delle abitazioni. Mentre le piante e i fiori possono variare a seconda dei gusti, o essere addirittur...

Sistema Di Semina Erba Aquagrazz Hydro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,9€


Preparazione terreno

La posa del prato a rotoli richiede la stessa preparazione del terreno prevista per il prato da semina. Il terreno va dunque zappato, concimato e rullato al pari di quello per la semina. La concimazione del terreno per il prato a rotoli va effettuata con un concime granulare bilanciato e con lo stesso titolo di azoto, fosforo e potassio. Il concime va distribuito nell’ordine di circa 35 grammi per ogni metro quadro di terreno. Al termine si procede ad irrigare. La preparazione del terreno va effettuata con un certo anticipo, almeno due settimane o al massimo una settimana prima della posa, in modo da effettuare l’implementazione dei rotoli entro poche ore dall’acquisto.


Posa

Dopo aver preparato adeguatamente il terreno, si inizia la posa del prato a rotoli. Gli stessi vanno srotolati e posati a strisce lungo tutta la superficie del terreno. Si consiglia di iniziare dalla parte finale del prato, in modo da non calpestare i rotoli durante la posa. I rotoli vanno posti con i bordi accavallati l’uno sull’altro, in modo da non lasciare spazi vuoti. Per rendere più uniforme il prato, si procede poi a tagliare con un clutter i bordi che fuoriescono dal perimetro esterno. Il suolo si compatta poi con un rullo e si irriga abbondantemente. Le annaffiature vanno protratte per circa un mese, calibrandole in base alla situazione climatica. L’acqua deve essere regolare e abbondante, ma bisogna fare attenzione agli accumuli di umidità, che nel prato a rotoli rischiano di far marcire l’erba prematuramente. In caso di ristagni idrici bisogna prevedere un adeguato sistema di drenaggio. A tal fine si possono usare tubature interrate o in superficie o uno strato di ghiaia da interrare a circa trenta centimetri di profondità. Quest’ultimo metodo è più oneroso perché comporta lo spostamento di una maggiore quantità di terreno. Dopo circa un mese o poco più, si potrà procedere al primo taglio. Seguirà una concimazione azotata, che stimola la crescita dell’erba. Superata questa fase, il prato a rotoli si potrà usare come quello da semina e sarà curato con gli stessi regolari interventi di manutenzione, ovvero irrigazione, taglio e concimazione. Per l’irrigazione del prato a rotoli si può usare un impianto fuori terra o interrato. Per motivi estetici è da preferire sempre quello interrato.


Usi e costi

Il prato a rotoli si posa con il fai da te nei piccoli giardini o nelle superfici limitate. Per le superfici più grandi, invece, è necessario l’intervento di ditte specializzate. Questo manto verde si usa per creare campi di calcio, prati di ville e giardini pubblici, ma anche spazi verdi sui tetti delle abitazioni private. Molti giardini pensili, ovvero quelli allestiti sui tetti, sono realizzati proprio attraverso il prato a rotoli. Il costo di questo tappeto erboso già pronto varia in base alla superficie da decorare e diminuisce al crescere della stessa. Il costo medio di un prato a rotoli è di circa quindici euro al metro quadro, costo che scende a dieci euro per superfici superiori ai duecento metri quadri.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO