Barbecue a carbonella

Barbecue a carbonella

Tra i vari tipi di barbecue in commercio, quello a carbonella è uno dei più diffusi grazie alla sua maneggevolezza e alla sua facilità di utilizzo. Esso, infatti, è pensato per poter essere trasportato con facilità ed installato ovunque, anche per pic nic improvvisati al di fuori del proprio giardino. Semplice da montare e smontare, è in grado di raggiungere in pochissimo tempo i 500° e permette di preparare cibi in velocità e semplicità. Sono preferibili i modelli in acciaio o in ghisa piuttosto che quelli in alluminio: i ferri più spessi e il materiale più pesante consentono, infatti, una migliore distribuzione di calore mentre la ghisa permette di conservare a lungo il calore prodotto anche dopo la fine della combustione. Di contro, il barbecue in alluminio, solitamente di dimensioni ridotte e prezzo più contenuto, è ideale per chi desidera trasportarlo in modo pratico e veloce. La scelta deve essere poi valutata in base alle necessità, all'utilizzo che si prevede di fare del prodotto e alle quantità di cibo che si desidera poter preparare ogni volta.

barbecue a carbonella

Tepro - Griglia/Barbecue Modello Toronto 1061, Trasportabile con 2 ruote, Piano di appoggio laterale, Temperatura regolabile, In acciaio inox, Nero e cromo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 88€
(Risparmi 62,23€)


Utilizzo della carbonella

barbecue a carbonellaPer realizzare il barbecue in tutta sicurezza è necessario conoscere bene il corretto utilizzo della carbonella per la combustione. Essa deve essere stesa in uno strato spesso qualche centimetro nel vano al di sotto della griglia, lungo tutta la sua superficie, per trasmettere il proprio calore in modo omogeneo. E' importante procurarsi i prodotti appositi per l'accensione della carbonella ed evitare sempre di accendere o ravvivare il fuoco con l'alcol o altri materiali facilmente infiammabili: esse potrebbero sprigionare fiamme improvvise e molto pericolose, soprattutto con l'esposizione ai venti, che è praticamente inevitabile durante la cottura all'aperto. Prima di iniziare a cuocere i cibi occorre aspettare che il fuoco si sia spento ed i tizzoni siano rossi ed incandescenti, ricoperti da uno strato di cenere, mentre dopo l'utilizzo bisogna aspettare che la carbonella sia completamente spenta prima di buttarla via. Il momento adatto per la cottura è caratterizzato, infatti, dalla totale assenza di fiamme e fumo nell'aria. E' consigliabile evitare di lasciare la carbonella nell'apposito vano del barbecue a lungo dopo l'utilizzo, perchè nel tempo potrebbe avere effetti corrosivi che danneggerebbero il barbecue stesso. La carbonella non ancora utilizzata va conservata in luoghi asciutti e secchi, poiché tende ad assorbire umidità facilmente divenendo inutilizzabile.

  • foto casetta di legno Chiunque desideri vivere appieno il proprio giardino, si scontra inevitabilmente contro un problema decisamente fastidioso: la presenza di zanzare. Dopo aver speso energie e finanze per arredare il pr...
  • foto barbecue Con l'arrivo della bella stagione, per tutti gli amanti della buona cucina arriva anche l'imprescindibile momento di sfoderare il barbecue e dedicarsi a piacevoli pasti in compagnia e all'aria aperta....
  • Barbecue a gas 1 Sempre più amato per via della sua facilità di utilizzo e per il sapore unico che regala ai cibi, il barbecue a gas è l’indiscusso protagonista dei pranzi estivi all’aria aperta. La varietà di cibi e ...
  • Barbecue a legna 1 Il barbecue a legna è il prodotto ideale per cucinare all'aperto in modo saporito e del tutto naturale. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, le varietà di pietanze che si possono preparare con...

oneConcept GQ5-Beefbutler Smoker barbecue a carbonella per grigliare e affumicare (coperchio, 3 griglie cromate di diversa altezza, 4 canali ventilazione, con ruote) - nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 109,99€
(Risparmi 40€)


Ciminiera di accensione

barbecue a carbonella Accendere la carbonella può rivelarsi un'operazione meno semplice del previsto: se si sbagliano la disposizione della carbonella, le sue quantità o quelle dell'apposito liquido infiammabile il risultato potrebbe essere molto fumo e uno sgradevole odore di materiale chimico nell'aria. Per ovviare a queste difficoltà, che potrebbero presentarsi soprattutto a chi è inesperto, esistono sul mercato vari tipi di ciminiere di accensione. Esse sono costituite da un largo cilindro in acciaio aperto ai due lati, con una griglia conica all'interno e maniglie in materiale isolante per maneggiarlo in completa sicurezza. Dopo aver posizionato la ciminiera sul piano del barbecue, è sufficiente inserire nella parte inferiore della carta di giornale e nella parte superiore la carbonella. La carta, bruciando, porta in combustione anche la carbonella sovrastante in pochi minuti. Dopo qualche altro minuto le fiamme si spengono e a quel punto si può versare la carbonella, ormai divenuta brace, direttamente sul piano di combustione del barbecue ed iniziare a cucinare. Il metodo risparmia così le difficoltà relative all'accensione e garantisce l'assenza di fastidiosi fumi durante la fase di combustione. La ciminiera raggiunge temperature elevatissime, quindi è bene, nonostante le maniglie isolanti, maneggiarla indossando guanti isolanti e stare attenti a non appoggiarla, subito dopo l'utilizzo, su materiali infiammabili.


Manutenzione

Il barbecue a carbonella richiede pochissime operazioni di manutenzione, semplici ma importanti per preservarne il funzionamento e la lunga durata. Esse riguardano prevalentemente le operazioni di pulizia: le griglie vanno pulite ogni volta dopo l'utilizzo, rimuovendo inizialmente le parti di cibo rapprese ed il primo strato di grasso colato su griglia o piastra. Una volta che esse si sono completamente raffreddate si possono poi estratte per completare la pulizia a fondo con apposite spatole. I residui infatti, se rimasti rappresi, rischiano di non essere più rimovibili e di alterare il sapore dei cibi cotti successivamente, senza contare il fattore anti igienico che i residui di cibo non rimossi comportano sullo strumento di cucina. Per lo spegnimento della carbonella occorre evitare di versarci sopra dell'acqua, che potrebbero a lungo andare far ossidare il piano in acciaio o alluminio, ma allo stesso tempo una volta che le braci si sono raffreddate vanno rimosse dal barbecue, che altrimenti a lungo andare ne risulterebbe rovinato. E' sufficiente toglierle e ripulire il ripiano per renderlo pronto al prossimo utilizzo, senza sfregare la superficie con prodotti abrasivi che potrebbero assottigliare lo strato refrattario del barbecue.


barbecue : I barbecue a carbonella

I barbecue a carbonella Il barbecue a carbonella ha come caratteristica principale quella di utilizzare un combustibile da sempre conosciuto e riconosciuto come il combustibile per il barbecue.

Ciò lo rende reperibile molto facilmente ed acquistabile quasi dappertutto a prezzi anche contenuti.

LA carbonella è carbone in dimensione più piccola e lavorazione differente che acceso è in grado di portare la brace a temperatura idonea per la cottura del cibo.

Il barbecue a carbonella è molto utilizzato anche perché il parente più prossimo del barbecue a legna.

Con il vantaggio però che la legna è più difficile da reperire ed anche più costosa.

Quindi molto spesso tra i due viene preferito.

Inoltre nella categoria di barbecue è anche tra quelli più competitivi per prezzo.




COMMENTI SULL' ARTICOLO