vasi argilla

Cosa sono

I vasi di argilla sono i contenitori più antichi in termini di produzione e realizzazione. L’argilla, infatti, è la materia prima che permette di ottenere la ceramica che, a sua volta, sulla base dei diversi procedimenti di lavorazione subiti, dà vita a terrecotte, maioliche, gres e porcellana. L’argilla veniva usata per realizzare i vasi greci, quelli etruschi e quelli romani. Insomma, in questi contenitori è racchiusa tutta la bellezza e la maestria dell’antichità, ma anche in epoca moderna i vasi d’argilla hanno mantenuto un certo fascino. E quando parliamo di vasi di argilla parliamo di quelli originali, cioè ottenuti dall’impasto di argilla liquida lavorata al tornio. Un mitico vaso d’argilla lavorato al tornio è quello apparso nel film cult “Ghost” in cui una giovanissima Demi Moore lavorava a mano splendidi vasi che giravano a velocità supersonica all’interno di un disco girevole ( il tornio). I vasi di argilla interessano perché permettono di arredare l’ambiente con uno stile classico e antichizzato, ma anche perché permettono, se c’è la passione e il talento, di realizzare in proprio i vasi dalla forma desiderata.

vasoargillasalento

Bottiglia di vetro Cutter macchina - AGPtek bottiglia lungo Wine Glass Cutter Scoring macchina utensile per il taglio del vino taglierina bottiglia per DIY riutilizzazione riciclano Orso Vasi Bottiglia di vino Creazione Stained Glass, Bicchieri, Fioriere Bottiglia, lampade bottiglia, portacandele ( Grande)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 36,99€


Vasi di argilla fai da te

vasoargillafaidate Per creare un vaso d’argilla bisogna avere a disposizione dell’argilla fresca impastata a forma di palla e un tornio. La palla va posta sul disco girevole chiamato tornio, che girando velocemente permette al vasaio di alzare le pareti della massa argillosa e di dare alla stessa la forma desiderata. Dopo questa lavorazione, il vaso viene fatto essiccare parzialmente per essere poi posto di nuovo sotto i veloci giri del tornio. La seconda lavorazione al tornio permette di rifinire il vaso togliendo l’argilla in eccesso e applicando finiture e decorazioni, come bordi e manici laterali che vengono incollati usando l’argilla liquida. Il vaso verrà poi fatto essiccare per alcuni giorni. Dopo l’essiccazione definitiva i vasi di argilla vengono di solito cotti in forno e decorati e smaltati per dare vita a degli splendidi contenitori in ceramica. In casa, mancando il forno di cottura, ci si può benissimo fermare alla fase di essiccazione facendo attenzione a non lasciare il vaso in prossimità di fonti di calore ( stufe, caminetti, termosifoni) o correnti d’aria che potrebbero provocare una secchezza eccessiva e la rottura delle pareti esterne. Un vaso di argilla essiccato si può dipingere con colori a tempera o acrilici. Prima della pittura è consigliabile trattarlo con una pasta di gesso da passare con un pennello. Il gesso rende il vaso più resistente. Lo stesso vaso si può realizzare in das, pasta di sale o plastilina. I risultati più naturali si ottengono con l’argilla o creta. Quest’ultima è il materiale naturale usato nell’antichità per preparare vasi e ciotole. Non sempre è possibile avere a disposizione un tornio, la lavorazione del vaso avverrà, dunque, impastando e forgiando completamente a mano la creta che, essendo già umida, va bagnata poco e impastata con le mani inumidite in un contenitore di acqua. Chi non ha esperienza si può limitare a creare un piccolo vaso a forma di ciotola, senza piedistallo, con foro centrale alla base e bordi, dove poter piantare dei bonsai. I vasi di argilla fatti in casa vengono prevalentemente usati per fini decorativi perché le modalità di lavorazione non permettono di avere la resistenza e la permeabilità adatta a coltivare delle piante. I semplici vasi in argilla essiccata sono, inoltre, poco resistenti e tendono a rompersi molto facilmente. La loro essiccazione va fatta poggiandoli su lastre di mattoni grezzi che tendono a non assorbire l’umidità dell’argilla.


    aiber 10pcs legno cera argilla Sapone Carvers polimero Modelling Carving Sculpting Pottery Shapers Craft Strumenti

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,65€


    Vasi di argilla espansa

    I vasi di argilla espansa non sono dei particolari contenitori di argilla, ma semplicemente vasi per piante, che, per migliorare la crescita delle stesse, vengono riempiti di argilla espansa. Questa argilla è composta da graniglie di argille cotte che si possono ricavare anche da vasi di terracotta danneggiati, rotti e non più utilizzabili. I granelli di argilla vanno messi nel fondo del vaso e mischiati al terriccio. Non sempre però l’argilla espansa è adatta per tutti i tipi di piante. Si tratta di un materiale che permette il drenaggio dell’acqua, anche se, mischiato al terreno, può anche trattenerla. In genere si usa l’argilla espansa nei vasi grandi, ma bisogna sempre tener conto del tipo di piante da coltivare.


    vasi argilla: Dove comprarli

    I vasi di argilla per piante si trovano facilmente nei vivai, mentre quelli per interni, dipinti e decorati, si trovano presso negozi di articoli in ceramica, negozi di antiquariato, negozi di articoli da regalo e liste nozze ed e-commerce. I vasi d’argilla lavorati al tornio si possono anche ordinare presso laboratori artigianali in cui concordare la forma e le dimensioni. Molto noti, in tal senso, sono i vasi di argilla del Salento che vengono lavorati al tornio con decorazioni floreali o sinuose. I vasi da fiore sono alti circa 38 centimetri, ma sono disponibili anche creazioni personalizzate e ideali per decorare terrazze e balconi. Un vaso di argilla del Salento, di media altezza, costa circa 45 euro. I prodotti per creare dei vasi di argilla fai da te, invece, si possono trovare presso diversi canali di vendita. La creta è disponibile nei vivai, in confezioni da 25 kg, con un costo abbastanza accessibile. Das e plastilina si possono comprare presso edicole e cartolibrerie, mentre la pasta di sale si può fare in casa usando acqua, sale e farina.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO