Piastrelle in cemento per esterno

Piastrelle in cemento per esterno

La pavimentazione esterna può essere realizzata con diversi materiali. In genere si scelgono quelli più pratici e resistenti, ma anche capaci di donare un certo stile alla superficie su cui vengono posati. Tra le piastrelle maggiormente adattabili all’uso esterno troviamo certamente quelle in cemento, molto diffuse per rivestire le superfici carrabili di aree pubbliche e private. Nei prossimi paragrafi esamineremo meglio le caratteristiche di questa particolare tipologia di piastrelle.

piastrellecementoesterno1

Piastrelle Flessibili in Plastica 55,5 x 55,5 cm da Interno, Esterno e Giardino, Verdi, Drenanti e Autobloccanti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 35,37€
(Risparmi 0,02€)


Caratteristiche

piastrellecementoesterno2 Le piastrelle in cemento da esterno sono costituite da pezzi di varie dimensioni da posare su superfici carrabili di spazi privati e pubblici. Usate da sempre negli ambienti industriali e commerciali, le piastrelle in cemento si stanno diffondendo anche negli ambienti privati. Le ragioni di questa scelta stanno nell’economicità di questi materiali e nella facilità di manutenzione e posa. Le piastrelle in cemento per esterno possiedono inoltre tutti i vantaggi e le caratteristiche del cemento, ovvero elevata resistenza al passaggio di mezzi pesanti, lunga durata, resistenza al gelo, al calore (e ad altri agenti esterni) e superficie antiscivolo. Le piastrelle in cemento durano anche molto a lungo, in media trent’anni. Ciò vuol dire che non si dovranno effettuare sostituzioni del pavimento dopo poco tempo dalla posa. Le piastrelle in cemento per esterno costituiscono anche una valida alternativa al semplice asfalto in cemento, il quale, per sua natura, tende a deformarsi sotto il peso degli automezzi e degli sbalzi termici. Le mattonelle, invece, sono più solide e robuste, non temono gli sbalzi termici, non si deformano e offrono prestazioni dagli standard elevati. Forme, texture e colori delle piastrelle in cemento per esterno garantiscono anche un gradevole risultato estetico.

    Toomax Z662RE52 Floory Set 10 Pavimentazioni, 40-H, 40X40X4, Verde

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 41,01€
    (Risparmi 14,98€)


    Collocazione

    piastrelle per esterno in cemento I pavimenti o piastrelle in cemento da esterno vanno posati, come già detto, sulle superfici carrabili, ovvero su quegli spazi attraversati spesso da auto e mezzi a trazione pesante. Le piastrelle in cemento da esterno si possono dunque anche collocare sulle superfici di giardini privati che conducono verso un box o un garage. La via di accesso al garage sarà quindi rivestita di mattonelle in cemento e consentirà un più agevole movimento dell’auto o di qualsiasi altro mezzo. Le piastrelle per esterno si possono posare anche su piccole aree non carrabili del prato o del giardino o su spazi da riservare a brevi camminamenti.


    Modelli

    Le piastrelle in cemento per esterno vengono prodotte in un’infinità di modelli. Esistono quelli autobloccanti in calcestruzzo da 33 x 50, quelli in ciottoli e graniglia di marmo da 40 x 40, ma anche modelli con lastre più grandi ( 50 x 50 o 60 x 60) composte da diverse qualità di cemento, come la pietra ricostruita e la roccia. Il mercato propone anche le lastre in terzo: si tratta di mattonelle realizzate in puro cemento. Le mattonelle in cemento autobloccanti possiedono il vantaggio di bloccarsi automaticamente una volta posate. Questa caratteristica evita l’utilizzo di malte incollanti. Tutte le tipologie di piastrelle fin qui elencate possiedono le stesse caratteristiche di resistenza e durevolezza nel tempo, ciò che cambia è solo la resa estetica delle lastre. Quelle rivestire con ciottoli e graniglia di marmo, ad esempio, o quelle in pietra ricostruita, possono avere diversi colori e una texture più appariscente.


    Posa e manutenzione

    piastrelle in cemento per esterno La posa delle piastrelle in cemento per esterno è molto semplice e varia in base alla superficie da rivestire. Su quelle non carrabili, le piastrelle si possono posare direttamente sulla sabbia. Sulle superfici carrabili, invece, le mattonelle vanno posate con malta senza fughe, in modo da garantire una maggiore stabilità nel corso del tempo. In caso di pavimento già esistente, la posa deve avvenire su basi galleggianti, cioè su supporti in plastica sopraelevati. Se la posa deve avvenire su massetto, cioè su uno strato o una soletta in cemento, si procede a compattare la terra e poi a stendere uno strato di ghiaione, in modo da realizzare il massetto. Poi si stende la malta e si posano le mattonelle, le cui fughe vanno riempite con della sabbia asciutta. Il pavimento in cemento da esterno si può pulire periodicamente con acqua e sapone neutro. Per una pulizia semplice ed efficace, si può usare un’idropulitrice a bassa pressione. Per non danneggiare la superficie delle piastrelle in cemento, si consiglia di usare i sali antigelo solo occasionalmente.


    Costi

    I costi delle piastrelle in cemento da esterno sono espressi al metro quadro e variano in base alla grandezza delle lastre e alla qualità dei materiali utilizzati. I più economici sono i pavimenti autobloccanti in calcestruzzo, il cui costo non supera i tre euro al metro quadro. Le lastre in puro cemento da 40 x 40 costano invece diciassette euro al metro quadro. Le piastrelle arricchite da ciottoli di marmo o da roccia e pietra ricostruita possono costare anche venti euro al metro quadro. Più costose le piastrelle in cemento strutturato, cioè arricchito con quarzo. Questi modelli possono costare anche 24 euro al metro quadro.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO