Mattonelle antiscivolo

Mattonelle antiscivolo

L’esterno è sottoposto a qualsiasi intemperia e condizione negativa, ragion per cui va adeguatamente rivestito con mattonelle antiscivolo. Queste mattonelle presentano la caratteristica di non consentire alcuno scivolamento anche in caso di umidità, graffi o altre condizioni esterne che possono comprometterne la superficie. Le piastrelle antiscivolo si possono usare anche per l’interno, ma è all’esterno che trovano la loro primordiale applicazione. Nei prossimi paragrafi scopriremo tutte le caratteristiche di questa particolare tipologia di mattonelle.
http://i1222.photobucket.com/albums/dd493/rosalba9/rosalba9134/mattonelleantiscivolo1.jpg

American Bagno Bagno Ventosa Bagno Antiscivolo Senza Bracciolo Installazione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,99€


Caratteristiche

mattonelleantiscivolo2 Le mattonelle antiscivolo sono così chiamate perché proteggono dal rischio di cadute e scivolamenti. La loro superficie è infatti trattata per essere immune da tutte quelle condizioni che possono logorarla o renderla troppo scivolosa. Tutte le mattonelle, durante la fase di produzione e lavorazione, sono sottoposte a test che ne verificano la qualità e resistenza superficiale. In teoria, tutte le mattonelle possono essere antiscivolo, anche quelle tradizionalmente create con materiali che donano alla superficie un aspetto lucido e lineare. All’esterno, però, le mattonelle antiscivolo devono avere particolari caratteristiche di resistenza e durezza e ciò non solo per garantire l’assoluta assenza di scivolamento, ma anche il continuo e sicuro calpestio di uomini e mezzi. Il passaggio e l’attraversamento sistematico di cose o persone sulle mattonelle può infatti portare a un progressivo logoramento della loro superficie, che da ruvida diventa man mano liscia. E’ pertanto necessario controllare sempre lo stato della propria pavimentazione e ricorrere, se necessario, a specifici trattamenti antiscivolo.


    TAPPETO IN GOMMA COMPONIBILE TAPPETINO SOTTO PISCINA cm.50X50 (pz.24) BESTWAY mod.58220

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 38,5€


    Materiali

    Le mattonelle antiscivolo si possono realizzare con qualsiasi materiale: ceramica, cotto, gres porcellanato, pietra, cemento e vetro. Alcuni materiali sono maggiormente usati per l’interno, altri per l’esterno, a volte alcuni materiali sono totalmente intercambiabili, possono cioè essere usati indifferentemente per l’outdoor e per l’indoor. La pietra, ad esempio, comprende diversi materiali ricavati dalla roccia, tra cui il quarzo e il travertino. Per l’esterno, proprio per garantire il massimo criterio antiscivolo, si tende a usare mattonelle in pietra o in cemento. La pietra grezza, ad esempio, quella che dona un aspetto anticato allo spazio verde, è completamente e naturalmente antiscivolo e non richiede l’uso di trattamenti superficiali che migliorino questa caratteristica. Il cotto, invece, con gli anni, proprio perché molto poroso, tende ad assumere una superficie molto liscia che riduce la sua resistenza all’attrito. A proposito di attrito: una mattonella viene detta “ antiscivolo” quando ha un elevato coefficiente di attrito. E’ proprio l’attrito, cioè lo sfregamento continuo di cose o persone sulla superficie della mattonella, a danneggiarla e a renderla poco sicura o peggio pericolosa.


    Coefficiente di attrito

    La resistenza all’attrito delle mattonelle, si misura con il cosiddetto “coefficiente di attrito”, indicato con la lettera R e con un numero decimale. Il coefficiente di attrito di ottiene testando tutte le mattonelle in fase di lavorazione o produzione. Alle mattonelle con un’elevata resistenza all’attrito e dunque maggiormente antiscivolo, vengono attribuiti coefficienti antiscivolo pari a R 10, R11 e R12. Le mattonelle più resistenti sono chiaramente quelle con il coefficiente maggiore. Questi coefficienti vengono indicati nella confezione di acquisto delle mattonelle. E’ pertanto utile controllare tutti i dati tecnici ( coefficienti compresi) delle mattonelle che si desidera acquistare. Il coefficiente di attrito delle mattonelle antiscivolo può essere aumentato con trattamenti speciali applicati sulla superficie delle stesse. Accade con le mattonelle in gres porcellanato e in cotto e con tante altre tipologie di piastrelle: sulla loro superficie viene a volte applicato un trattamento a base di pietra e polvere vulcanica. Questo materiale riveste lo strato superficiale della mattonella rendendola perfettamente antiscivolo e antisdrucciolo. Il trattamento viene chiamato “monostrato vulcanico”. La pietra vulcanica, come è noto, è un materiale ruvido e totalmente antiscivolo. Con questo trattamento, la mattonella assume una superficie caratterizzata da una ruvidezza che impedisce qualsiasi rischio di scivolamento. Le mattonelle antiscivolo sono anche obbligatorie nei luoghi di lavoro, come prevedono le attuali norme sulla sicurezza.


    Costi

    I costi delle mattonelle antiscivolo variano in base ai materiali e alla loro qualità. Questi costi dipendono anche dal tipo di trattamento a cui le mattonelle sono state sottoposte. Intanto, per essere sicuri di aver scelto proprio mattonelle antiscivolo, conviene orientarsi su prezzi vicini ai dieci euro al metro quadro. Le mattonelle antiscivolo si possono comprare anche a sei euro e cinquanta al metro quadro. Prezzi inferiori a quelli indicati potrebbero però riferirsi a mattonelle di seconda scelta o di scarsa qualità. Infine bisogna ricordare una cosa: per essere davvero antiscivolo, la mattonella deve avere una superficie e una trama ruvida.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO