Pensiline fotovoltaiche

vedi anche: pensiline

Pensiline fotovoltaiche

Rappresentano una vera e propria rivoluzione nel campo dell’edilizia e non solo per la loro struttura, ma anche per la loro funzione. Riferendoci a questa “rivoluzione” dovremmo parlare di “bioedilizia”, perché oggi tutto viene realizzato per essere utile e compatibile con l’ambiente. Nel campo della bioedilizia, dunque, stanno prendendo piede le coperture fotovoltaiche, tra queste spiccano le pergole e le pensiline. Nei paragrafi che seguono esamineremo meglio le caratteristiche delle pensiline fotovoltaiche, ma in questa breve introduzione vogliamo sottolineare la differenza tra le due strutture. Le pergole sono delle coperture molto più grandi, cioè con una superficie coprente superiore, mentre le pensiline sono più piccole. Entrambe sono delle vere e proprie tettoie, ma il tetto della pensilina in genere è la metà rispetto alla pergola.
pensilinefotovoltaiche2

Pensilina Copriporta, Materiale Sintetico, Alluminio, Diverse Misure, Tettoia Ad Arco, Ingresso, Hxl: 120 X 100 Cm, Trasparente

Prezzo: in offerta su Amazon a: 65,73€
(Risparmi 2,57€)


Caratteristiche

pensilinefotovoltaiche1 Le pensiline fotovoltaiche sono delle coperture costituite da una struttura a falda unica realizzata in alluminio o in legno lamellare. Nella parte superiore della falda si possono installare dei pannelli fotovoltaici. La pensilina con pannelli solari servirà dunque non solo a creare una zona d’ombra ma anche ad accumulare energia elettrica da immettere in rete o da destinare alla produzione privata. Con le pensiline fotovoltaiche, dunque, si può disporre di un piccolo impianto ad energia rinnovabile. La potenza e la quantità dell’energia prodotta e accumulata dipendono dalla grandezza della pensilina, o meglio, dall’ampiezza della falda. Le pensiline fotovoltaiche infatti si possono installare sia in ambito pubblico che in ambito privato. Nel primo caso possono servire per parcheggi auto o per ombreggiare la fermata dell’autobus o del treno alla stazione. Nel secondo, servono per ombreggiare determinate zone del giardino o dello spazio esterno. Essendo fotovoltaiche, però, queste pensiline servono anche ad altro, ovvero a produrre energia elettrica dal sole. Le modalità di utilizzo e sfruttamento dell’energia prodotta variano in base al luogo di installazione: le pensiline fotovoltaiche dei parcheggi auto servono per creare dei punti pubblici di ricarica per auto elettriche; le pensiline alla fermata dell’autobus servono per creare punti di ricarica per cellulari, dispostivi wi-fi, impianti di illuminazione e cartelloni pubblicitari; le pensiline fotovoltaiche da giardino servono per creare una zona privata di ricarica della propria auto. Le pensiline fotovoltaiche possono funzionare tramite un sistema che si alimenta da solo, cioè autonomamente, o tramite collegamento alla rete elettrica. Nel primo caso non serve effettuare alcun intervento di modifica muraria o di scavo, perché il dispositivo si alimenterà da solo e durante le ore diurne, mentre nel secondo, funzionerà per più ore e anche in assenza del sole. La pensilina fotovoltaica collegata all’impianto elettrico consente una maggiore autonomia di ricarica e la possibilità di illuminare a lungo gli ambienti esterni.

  • pensilinefotovoltaichelegno1 Le pensiline fotovoltaiche in legno sono sempre più diffuse nell'edilizia privata, sia per motivi di design che per esigenze di risparmio energetico. In un precedente articolo abbiamo già evidenziato ...

Terryshop74® faretto proiettore led RGB per sterno completo di telecomando (50)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 33,65€


Cosa sapere

L’installazione della pensilina fotovoltaica richiede la presentazione di una denuncia di inizio attività al comune. La realizzazione della pensilina fotovoltaica può essere anche finanziata con contributi a fondo perduto. Queste somme sono messe a disposizione dai comuni e in genere coprono il 20% della spesa. Per ricevere il contributo, il GSE deve verificare l’integrazione architettonica dell’edificio, cioè lo stesso dovrà essere adatto o predisposto a supportare una simile struttura. In genere, a differenza delle pergole, che sono più grandi, l’installazione delle pensiline fotovoltaiche non richiede alcun intervento di integrazione architettonica, perché la forma del telaio e della falda sono costruite per integrarsi perfettamente con l’edificio ( ci stanno sopra). La funzione della pensilina fotovoltaica dovrà essere mantenuta per almeno venti anni. L’installazione della stessa va inoltre affidata a tecnici specializzati ed autorizzati. Saranno questi ultimi a valutare tutti i parametri in grado di garantire una costante e buona produzione di energia dal sole.


Vantaggi

Le pensiline fotovoltaiche sono strutture dove si realizza il pieno connubio tra il design e l’utilità. Oltre a essere eco-compatibili e a favorire il risparmio energetico, queste pensiline servono anche a creare delle zone d’ombra e di relax all’interno del giardino. Collocate su spazi pubblici, le pensiline fotovoltaiche migliorano anche il comfort dei parcheggi e delle fermate dell’autobus. Nei primi si possono trovare punti di ricarica per auto elettriche, nei secondi, dispositivi per ricaricare facilmente il proprio smartphone o iPad. Altri vantaggi delle pensiline fotovoltaiche sono l’elevata resistenza agli agenti esterni, la lunga durata nel tempo, la mancata esigenza di lavori edili o di opere murarie ( con evidente risparmio dei costi) e la perfetta integrazione architettonica. Con queste strutture inoltre, si può produrre energia fotovoltaica senza occupare ulteriori spazi esterni. I pannelli, infatti, vengono collocati nella parte superiore della pensilina, cioè sopra la falda.


Costi

I costi delle pensiline fotovoltaiche dipendono dalle dimensioni e dai materiali. Anche se i pannelli fotovoltaici hanno subito una forte riduzione dei prezzi, il loro abbinamento sulle pensiline in legno o in alluminio, comporta un certo costo. Il costo medio di una simile struttura si aggira intorno ai 500 euro per kwp.




COMMENTI SULL' ARTICOLO