Pensiline plexiglass

vedi anche: pensiline

Pensiline plexiglass

Le pensiline sono delle piccole coperture che servono a tante cose, sia pratiche che decorative. Queste coperture, dette anche tettoie, vengono di solito collocate sopra gli ingressi degli edifici, ma possono stare anche su strutture indipendenti poste presso aree pubbliche o giardini privati. Nella nostra rubrica abbiamo dato ampio spazio alle varie tipologie di pensiline. In questo nuovo articolo continuiamo a farlo parlando di quelle in plexiglass. Le pensiline in questo materiale sono ormai parecchio diffuse e occupano un’ampia fetta di mercato. Non esiste infatti luogo pubblico o privato dove non siano piazzato delle pensiline in plexiglass. Le ritroviamo alla fermata dell’autobus, nei parcheggi auto, nelle stazioni di servizio, nelle stazioni ferroviarie e, dulcis in fundo, anche nei giardini e negli edifici privati. Nei prossimi paragrafi capiremo meglio il perché del successo di queste pensiline.

pensilineplexiglass1

TETTOIA PENSILINA CON COPERTURA IN PLEXIGLASS 80x100 CM PER ARREDO ESTERNO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 40,9€


Caratteristiche

pensilineplexiglass2Le pensiline in plexiglass sono composte da una struttura o telaio in acciaio e da una falda coprente in plexiglass. Quest’ultimo è un materiale plastico simile al policarbonato, ma con proprietà lievemente differenti. Plexiglass è infatti il nome tecnico o commerciale del polimetilmetacrilato, materiale plastico ottenuto dal metacrilato di metile, un estere dell'acido metacrilico. L’utilizzo commerciale del pelxiglass è ormai abbastanza ampio e abbraccia molto settori, dall’ortopedia all’arredamento. In quest’ultimo ambito troviamo proprio le pensiline, che grazie al suddetto materiale assumono una linea e un design piuttosto gradevoli e attuali. Il plexiglass è un materiale flessibile, infrangibile e termoresistente. Alcune sue proprietà sono simili al vetro, ma senza i problemi del vetro. Le lastre in plexiglass si usano infatti in ambienti che si vogliono rendere sicuri e non sottoposti al rischio di urti e rotture. Il plexiglass, inoltre, è un materiale più riflettente e protettivo del vetro. Con le lastre in questo materiale passa la luce del sole, ma non il calore. Alcune lastre in plexiglass consentono anche il passaggio dei raggi ultravioletti e dei raggi infrarossi. Tutto dipende dalla specifica formulazione di questi polimeri plastici. Dovendo essere poste sulle falde delle pensiline, bisogna scegliere le lastre che non lasciano filtrare né raggi infrarossi e nemmeno raggi ultravioletti. Le pensiline in plexiglass possono anche avere un effetto ombreggiante, ovvero possono anche non far passare completamente la luce del sole. Queste proprietà sono possedute dalle lastre opache o satinate. In commercio esistono lastre in plexiglass in satinato bianco e colorato. Le lastre colorate vengono però prodotte in edizione più limitata rispetto a quelle colorate.


    TecTake Pensilina Tettoia in policarbonato per porta o finestra per esterno 200x100cm

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 53,99€


    Dimensioni e design

    Le pensiline in plexiglass, come già detto, sono composte da una struttura in acciaio e da una falda in lastra di polimetilmetacrilato. Questo materiale consente di creare pensiline con diverse forme e dimensioni. Sul mercato si trovano infatti pensiline con lastre piane o ad arco. Le prime devono essere dotate di una struttura in acciaio inox tubolare che consente di far defluire l’acqua. Le seconde, invece, proprio perché ad arco, consentono lo sgrondo e il deflusso dell’acqua in maniera naturale, senza necessità di ricorrere a ulteriori sovrastrutture. La scelta tra un modello e l’altro dipende dallo stile e dal contesto su cui verrà applicato. Su porte e finestre di edifici di pregio conviene mettere pensiline con forma ad arco. Negli uffici commerciali, invece, e negli studi medici si possono usare pensiline con falda lineare. Le dimensioni delle stesse dipendono dalla superficie da ricoprire. Sopra gli ingressi degli edifici, la lunghezza massima delle pensiline in plexiglass è di circa 120 centimetri, con una profondità massima di ottanta.


    Cosa sapere

    Le pensiline in plesxiglass e con telaio in acciaio non richiedono una manutenzione eccessiva. Di solito questi materiali si possono semplicemente pulire con un panno umido. Presso i brico center, i negozi di arredamento e la grande distribuzione organizzata si possono comprare pensiline in pelxiglass facili da assemblare e da montare. Queste strutture sono infatti vendute in kit prefabbricati. Le pensiline che poggiano su strutture indipendenti, invece, sono più complesse da montare ed è meglio affidare i lavori a una ditta specializzata. Ricordiamo che le pensiline da collocare sopra gli ingressi degli edifici non richiedono la concessione edilizia, ma solo la presentazione di una Dia ( denuncia inizio attività). I modelli indipendenti che funzionano da tettoia, con telaio portante e porte scorrevoli, possono invece causare un aumento di volumetria dell’immobile e richiedono pertanto la concessione edilizia. Con le pensiline in plexiglass, specie quelle indipendenti con porte scorrevoli, si possono anche creare delle stanze autonome e o dei giardini d’inverno facilmente protetti dal freddo invernale e dalla calura estiva. Il costo delle pensiline in plexiglass è abbastanza accessibile. Una struttura da collocare sopra gli ingressi di un edificio non costa infatti più di settanta euro.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO