Coperture verande

Coperture verande

In giardino, ma anche in terrazza o sul balcone, può esserci l’esigenza di proteggersi dal sole, dalla pioggia e dagli sguardi indiscreti. Le strutture che servono proprio ad accontentare questa esigenza sono le verande, elementi in grado di delimitare e chiudere spazi più o meno ampi dell’area esterna. In genere, le verande sono composte da un telaio portante e da pareti coprenti dette “coperture”. Queste pareti possono essere di diverso materiale. Si va dal legno, al metallo, al policarbonato. La scelta di una copertura rispetto a un’altra dipende dalle proprie esigenze e dai propri gusti, ma anche dalle specifiche caratteristiche del materiale scelto. Nei prossimi paragrafi, esamineremo proprio le varie caratteristiche dei diversi materiali delle coperture per verande.
copertureverande1

Gardman 30030 Telo di copertura per tavolo da veranda

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Coperture in legno

copertureverande2Il legno è un materiale pregiato in grado di abbellire qualsiasi spazio interno ed esterno. Da sempre materiale principe degli arredi, il legno viene abbondantemente usato anche per le coperture delle verande. Di solito, le lastre di legno si applicano per le verande sul terrazzo o sul balcone, ma anche per quelle da giardino, specie se addossate al muro dell’abitazione e realizzate come un pergolato. Il legno usato nelle verande è in genere lamellare e massello. Le coperture più comuni sono in lamellare di pino e abete trattato, con alcune parti ( specie le giunture di collegamento) realizzate in massello. La copertura in legno viene scelta per motivi estetici o per ombreggiare zone particolarmente esposte al sole. Il legno è anche un materiale molto coprente che riesce a garantire un’ottima privacy. Le coperture in legno sono trattate con materiali ignifughi e garantiscono un ottimo isolamento termico.


    Mari Garden Olvera - Braciere da giardino da 76 cm con barbecue cromato, coperchio a griglia e copertura antipioggia, riscaldatore da veranda con alimentazione a legna, da esterno

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 127,99€
    (Risparmi 72€)


    Coperture in metallo

    Per le verande si possono usare anche le coperture in metallo. Queste soluzioni di solito vengono scelte per coprire ampi spazi, anche di natura commerciale. Il metallo, infatti, ha un costo più accessibile rispetto al legno. I materiali più usati sono l’alluminio e il rame. Il primo è un metallo che viene usato anche per costruire i telai delle verande. Si tratta di un materiale molto coprente e ombreggiante, ma non in grado di assicurare un buon isolamento termico. L’alluminio, infatti, presenta lo svantaggio di assorbire i raggi solari e il freddo. Per limitare questi disagi, si dovrebbe usare l’alluminio solo nelle verande chiuse e arricchite da infissi a taglio termico. Ciò non toglie che l’alluminio sia un materiale pratico, moderno e altamente personalizzabile. I trattamenti e le verniciature donano alle lastre di alluminio un certo design che in certi ambienti non guasta. Le coperture in alluminio sono usate anche per l’applicazione dei pannelli fotovoltaici. Le verande con pannelli fotovoltaici vengono, infatti, quasi sempre realizzate con coperture in alluminio. Un altro metallo molto gettonato per le coperture è il rame. Quest’ultimo è più economico dell’alluminio ed è per tale motivo che viene ormai utilizzato per realizzare una vasta gamma di coperture. Le soluzioni con il rame possono essere tutte estremamente personalizzabili. Questo metallo è infatti molto flessibile e di conseguenza facilmente lavorabile. La sua economicità permette inoltre di sostituirlo in caso di danneggiamento della veranda. Unico svantaggio del rame: la tendenza a dilatarsi. Per evitare il problema, basta usare dei fissaggi molto solidi e stabili.


    Coperture in policarbonato

    Le lastre in policarbonato sono le coperture maggiormente usate per le verande con scopi estetici e decorativi. In queste strutture infatti, non si tende a proteggere la privacy o a nascondersi dagli sguardi altrui, ma solo a dare luminosità e decoro a certi ambienti. Le verande in policarbonato sfruttano tutti i vantaggi di questo materiale, che è resistente, durevole, economico, infrangibile, antincendio e isolante. Le coperture in policarbonato vengono scelte per le verande collocate sui terrazzi dei piani alti. In questi ambienti di solito, il problema della privacy non si pone, mentre si ha invece la necessità di fruire di spazi aggiuntivi che permettano di godere della luce del sole e della vista del paesaggio circostante. Il policarbonato usato per le lastre delle verande è quello alveolare, materiale simile al vetro, ma senza gli svantaggi di quest’ultimo. Le coperture in policarbonato presentano inoltre il vantaggio di rendere gli ambienti caldi in inverno e freschi in estate. Si tratta dunque di soluzioni eleganti, moderne e allo stesso tempo amiche del risparmio energetico.


    Altre tipologie di coperture

    Per quanto riguarda le verande, esistono altre tipologie di coperture. La principale classificazione di queste ultime è tra coperture fisse, mobili, pieghevoli e scorrevoli. Le prime danno vita a verande non più removibili, mentre le seconde, invece, possono essere rimosse in caso di necessità. Le coperture pieghevoli, invece, si possono aprire con un movimento di piegatura che le sposta tutte in pochissimo spazio. Le coperture scorrevoli si muovono all’interno del telaio della veranda e possono essere normali, cioè con movimento avanti e indietro, o saliscendi, cioè con movimento dal basso verso l’alto e viceversa.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO