Serre in plastica

Serre in plastica

Le serre in plastica sono le più usate in agricoltura. Generalmente a tunnel, queste serre ospitano di solito ampie superfici coltivabili. La loro funzione è quella di garantire la temperatura ottimale per la crescita delle piante. Nessun requisito estetico viene chiesto a queste serre, che, proprio per tale motivo, trovano spazio in agricoltura, dove contano i criteri colturali e non le esigenze estetiche. Le serre in plastica si possono usare anche in giardino, specie se non si hanno molte preteste estetiche. La struttura di queste serre è infatti molto semplice e frugale, ma comunque adatta a coltivare piante in un luogo coperto.

serreplastica1

iLP - 100 picchetti molto resistenti con ganci in direzione opposta, per fissare teloni di copertura protezione per raccolti, in plastica nera, per aiuole e serre

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Caratteristiche

serreplastica2 Le serre in plastica sono coperture composte da teli di plastica opachi. Questi teli sono attaccati a telai che possono essere in legno o in metallo. Le serre in plastica con telai in legno vengono di solito costruite in proprio da agricoltori abili nel fai da te. Le serre con telai metallici vengono invece costruite da ditte specializzate. Le serre in plastica garantiscono un ambiente caldo e temperato anche in inverno e si prestano ad ospitare diverse tipologie di piante. La copertura delle serre in plastica può essere di due tipi: rigida o flessibile. Nel primo caso, questa assume la forma di un vero e proprio pannello, mentre nel secondo, di un film flessibile. Le più diffuse, visto anche il costo esiguo, sono quelle a film plastico. Le serre in plastica rigida sono composte da pannelli in pvc, poliestere o metacrilato, quest’ultimo è un materiale che si usa anche per creare gli occhiali protettivi. I suddetti polimeri plastici possono essere trasparenti o colorati, anche se nelle serre si usano quasi esclusivamente quelli bianchi opachi. Le serre in film plastico sono invece realizzate con teli di polietilene, materiale che si usa anche nei tubi dell’impianto di irrigazione. Queste ultime tipologie di serre si usano per creare le coperture a tunnel.


    Outsunny - Serra da Giardino 3.5 x 2 x 2m Serra con Tetto Arrotondato per Piante - Verde

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 95,95€
    (Risparmi 4€)


    Cosa sapere

    Le serre in plastica garantiscono un’elevata filtrazione della luce e del calore. Quelle di piccole dimensioni si riscaldano molto facilmente e non hanno bisogno di impianti aggiuntivi di riscaldamento, mentre quelle grandi e su larga scala, richiedono sempre un adeguato impianto termico. Le serre in plastica rigida garantiscono una buona termoregolazione: filtrano la luce e accumulano la giusta quantità di calore. Le serre in film plastico, invece, si possono surriscaldare troppo danneggiando le piante. Per ovviare a questo problema, si usano le serre con doppio film, ovvero con teli ottenuti da una doppia pellicola di plastica. Tutte le tipologie di serre in plastica devono però essere dotate di un adeguato impianto di aerazione che eviti la formazione della condensa e l’accumulo di umidità. La plastica, infatti, per sua natura, tende a impermeabilizzare molto e a far respirare poco. Questa caratteristica crea proprio il dannoso fenomeno della condensa. Per la coltivazione delle piante si possono usare anche le serre in plastica con pellicola singola, in questo caso, però, bisogna scegliere piante in grado di resistere a temperature elevate. Tutte le serre in plastica vanno aperte almeno ai lati per consentire il ricambio dell’aria e lo smaltimento degli accumuli di umidità. Le serre in film plastico si usano in genere per la coltivazione di ortaggi e di fiori recisi.


    Mini serre in plastica

    Le mini serre in plastica sono delle piccole scatole rigide dove coltivare semi, talee o germogli. Questi contenitori, dotati di coperchio, si usano infatti per favorire la germinazione. Anche se piccole, le mini serre in plastica presentano tutti i difetti delle serre più grandi, ovvero accumulo di condensa. Ecco perché i nuovi modelli di serre in plastica sono dotati di appositi fori di aerazione posti sulla base del coperchio. Le mini serre plastificate si chiamano anche semenzai. Per favorire la germinazione di diversi semi, i contenitori sono anche composti di diverse celle. Per un buon risultato si consiglia sempre di non bagnare troppo il substrato con i semi o le talee. Le miniserre in plastica hanno dimensioni ridotte e non superiori al mezzo metro di larghezza. Queste mini serre si possono riscaldare usando un apposito tappetino termico fornito in dotazione. Le mini serre riscaldate servono a favorire la germinazione delle piante coltivabili a pieno campo.


    Costi

    I costi delle serre in plastica sono abbastanza accessibili. Questi crescono solo all’aumentare della superficie coltivabile. Le più costose sono quelle in plastica rigida: in caso di metrature molto ampie si possono anche spendere parecchie migliaia di euro. Economici ed abbordabili i prezzi delle serre in film plastico o flessibile. Il costo medio di queste serre è di circa cinque euro al metro quadro. Davvero irrisorio il costo delle mini serre, che è compreso tra i sei e i venticinque euro. Le serre da giardino in film flessibile si possono costruire anche con il fai da te. Le idee per costruire delle serre in plastica ( rigida o flessibile) sono tante, ma richiedono una certa dimestichezza. Visto il costo abbastanza basso, conviene sicuramente acquistare le serre in kit plastici facilmente assemblabili.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO