Progettazione giardini Pensili

Introduzione

Il giardino pensile è uno spazio abitativo che più di ogni altro richiede analisi e studi dettagliati relativi alla fase di progettazione e di messa in opera. Ma essenzialmente è proprio la fase dell’idea del giardino che va preventivamente ed attentamente studiata. Si tratta, infatti, di creare uno spazio verde o un’area relax, in un contesto urbano, dove gli spazi, sono spesso ristretti e limitati. Preventivare e stabilire le dimensioni dell’area verde permetterà di conoscere in anticipo la disposizione migliore dei complementi di arredo, delle piante, dei mobili, degli accessori per il funzionamento dell’ eventuale piscina o fontana. Elemento basilare della progettazione di un giardino pensile è la superficie calpestabile che è estremamente variabile e correlata al contesto urbano in cui sorge. Un terrazzo in città ed aree metropolitane,, mediamente raggiunge i 100 metri quadri. Le dimensioni possono anche essere minori, 80 metri quadri. Una casa di campagna o aree rurali può anche avere terrazzi di 200 metri quadri, ma in tal caso, il giardino sorgerà fuori dall’abitazione e non sul tetto. Ci sono però luoghi particolarmente suggestivi come Desenzano del Garda, dove la casa con il terrazzo sul lago, arredato come un vero e proprio giardino, crea un’atmosfera paradisiaca ben allineata al contesto naturale, dove il giardino pensile perde la sua connotazione “pensile” per integrarsi perfettamente con l’ambiente circostante. Da questa breve premessa si evince che nella progettazione del giardino pensile contano molto anche il design e lo stile da abbinare alla scenografia esterna, in modo da creare un mini paradiso in città o un paradiso nel paradiso.
giardinopensile2

OUNONA Vasi di fiore pianta Fata Vaso da giardino con dolci della casa (argento)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,99€
(Risparmi 12€)


Superficie del terrazzo

giardinopensile1Come detto nel precedente paragrafo, la progettazione di un giardino pensile è strettamente legata alla superficie dell’area “ pensile”. Vediamo assieme quali soluzioni si adattando alle diverse superfici. In una terrazza di 100 mq, in una città come Milano, meglio creare un giardino dalle forme sinuose e geometriche, dotate di pergole e fioriture esterne. Un terrazzo di 80 mq in un comune come Desenzano del Garda, cioè con un ambiente naturale fortemente contestualizzato, permette di progettare un giardino pensile con un pergolato in ferro, salottino, zona pranzo, vasca idromassaggio e fontana. Una superficie di 200 metri quadri permette di trascurare la piscina, lasciare la fontana ed aggiungere, agli elementi precedenti, diverse specie di piante e fiori che sottolineano una parte del percorso quasi ad invitare gli ospiti ad una specie di passeggiata tra i fiori, in terrazza. Una superficie minima di 80 metri quadri permette anche di pensare ad un giardino diviso da pareti in legno, cioè in stanze, dove aggiungere piante e fiori in modo da creare delle stanze verdi. Un terrazzo di piccolissime dimensioni permette di disporre di una pergola in ferro battuto, dove può sostare solo qualche vaso con una pianta o dei fiori.

  • foto giardini pensili I giardini pensili sono degli spazi abitativi esterni realizzati ad una certa altezza al suolo. Si hanno notizie di questi giardini dall’antica Babilonia. Vengono progettati e realizzati su ampi terra...
  • foto giardino italiana Il giardino all’italiana è uno spazio verde esterno dall’architettura maestosa , diffusosi in pieno Rinascimento. Si caratterizza per la presenza di siepi, scalinate, bordature, diverse specie di pian...
  • giardino inglese Il giardino all’inglese è uno spazio verde in cui prevale l’accostamento di elementi naturali ed artificiali. In questo tipo di giardino si potranno ammirare facilmente alberi, piante, pagode e pergo...
  • giardino italiana3 Il giardino all’italiana nasce in pieno Rinascimento e si caratterizza per le sue forme geometriche perfette ed ordinate, attraversate da viali che assumono un prospetto architettonico puramente decor...

Vasi pensili, Hipsteen balcone fioriera Giardino Vasi catena di plastica Appesi Benne Hanging Planter Piante Vasi Home Decor - bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Pergole

Un elemento da considerare nella progettazione di un giardino pensile è la pergola. Si tratta di una copertura che permette di godere dell’area verde relax anche nei mesi non propriamente estivi. Le pergole tradizionali sono in legno, ma si stanno diffondendo anche quelle in ferro battuto. La scelta dipenderà sempre dalla superficie a disposizione, dall’ambiente, ma anche dal proprio gusto personale. Possono essere semplici o complesse. Scegliere una pergola dalla struttura complessa dipenderà dal design e dallo stile del giardino. In ogni caso, si deve evitare di appesantire la scenografia dell’area esterna del tetto, che può essere immersa in un contesto urbano, dove le pergole in stile eccessivamente “barocco” sarebbero decisamente una stonatura. Si può pensare alle pergole libere, ombreggianti o coprenti. Anche in questo caso tutto sarà legato alla superficie a disposizione ed all’ambiente in cui sorge il giardino pensile, ma anche all’uso che si vuole fare dello stesso. Per un utilizzo nei mesi estivi, può bastare anche la soluzione della pergola ombreggiante, se, invece, si vuole recuperare uno spazio abitativo anche nelle altre stagioni, sono consigliabili quelle coprenti. Permettono di creare dei nuovi spazi abitativi, come soggiorni o salotti, e di difendersi dalle intemperie dei mesi più freddi.


Sistemi di progettazione giardini pensili

Un giardino pensile può sorgere su un terrazzo, un garage, un seminterrato, dovunque esista uno spazio “urbano” in cui si desidera creare un’area relax fatta di verde. I sistemi che permettono di posizionare gli elementi di un giardino pensile sono molto diversi e dipendono dal luogo in cui si decide di creare il giardino. L’area inerte su cui sorgerà il giardino richiederà diverse tecniche di manutenzione, di drenaggio delle acque piovane e dei sistemi di irrigazione. Nel caso del tetto, si dovrà creare un giardino verde estensivo, cioè con uno spazio verde non calpestabile che funga solo da complemento estetico per tetti di edifici industriali o commerciali. Il verde pensile è adatto a tetti di grandi dimensioni, inverditi con piante che non richiedono un’eccessiva manutenzione, come sedum, cespugli o manti erbosi rustici. Nel terrazzo ed in qualsiasi superficie urbana calpestabile si può progettare, invece, un giardino verde pensile intensivo, cioè con un verde fruibile, fatto di fiori, arbusti, giochi d’acqua, aree pedonali o carrabili, strutture ombreggianti, dove soggiornare e dove effettuare tutte quelle operazioni di manutenzione tipiche del giardino vero e proprio.


Progettazione giardini Pensili: progettazione giardini : Progettazione giardini pensili in Rete

Progettazione giardini pensiliNon rinunciare per nessun motivo al mondo alla possibilità di essere costantemente aggiornato sui passi da seguire, per quanto concerne la progettazione di giardini pensili. Stiamo affrontando un contesto che, come avrai notato all’interno di questa sezione, richiede in primo luogo una perfetta conoscenza della filosofia soggiacente a tale stile.

Andando più nello specifico, una corretta pianificazione non potrà in alcun modo trascurare il fatto che questi giardini possono essere concepiti prevalentemente in aree urbane, soprattutto in riferimento al proprio terrazzo, rendendo automatica la concezione che lo spazio disponibile per collocare tutti gli elementi sia a dir poco limitato. Nulla di tutto ciò può essere ignorato.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO